Gribaudo (PD): “Salario minimo è urgenza del Paese”

AgenPress. “In Italia c’è un problema enorme, da risolvere subito: il lavoro povero. Sono oltre 3 milioni gli italiani che, pur lavorando, non riescono ad arrivare alla fine del mese”. Così Chiara Gribaudo, vicepresidente del Partito Democratico, intervenendo a Radio24.

“L’Italia è l’unico Paese dall’area euro in cui i salari sono fermi al 1990, l’aumento dei contratti cosiddetti pirata ha ulteriormente aggravato questa situazione. Se ci aggiungiamo l’inflazione galoppante, ci rendiamo conto come il salario minimo sia un’urgenza non più rimandabile per lavoratori e lavoratrici”, prosegue Gribaudo.

“Sotto i 9 euro l’ora non si può chiamare lavoro, ma sfruttamento. Questa è innanzitutto una misura di civiltà. Come opposizione, in maniera praticamente unitaria, abbiamo presentato la proposta al Governo offrendo la disponibilità al dialogo. Dalla maggioranza continuano ad arrivare dei no ideologici, ma a rimetterci sono i lavoratori, soprattutto i giovani e le donne penalizzati da un mercato iniquo”, conclude Gribaudo.

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie