Cremlino. Putin, la Russia è più unita che mai. Piena solidarietà dai politici e dall’intera società

AgenPress – Vladimir Putin ha affermato che la Russia rimane “unita come mai prima d’ora” sulla scia del fallito ammutinamento del gruppo mercenario Wagner e ha affermato che il paese ha continuato a prosperare nonostante le pesanti sanzioni occidentali per la sua invasione dell’Ucraina.

In un discorso dal Cremlino a un raduno virtuale di leader della Shanghai Cooperation Organization (SCO), un gruppo fondato da Russia e Cina per contrastare l’influenza occidentale, il presidente russo ha tentato di respingere qualsiasi suggerimento che fosse stato indebolito dalla caotica situazione della scorsa settimana ma ribellione di breve durata guidata da Yevgeny Prigozhin.

“Il popolo russo è unito come non mai”, ha detto Putin. “La solidarietà e la responsabilità per il destino della patria è stata chiaramente dimostrata dagli ambienti politici russi e dall’intera società, ponendosi come un fronte unito contro il tentativo di ribellione armata”.

Ha anche ringraziato i leader presenti all’incontro, tra cui il primo ministro indiano, Narendra Modi, il presidente cinese Xi, il primo ministro pakistano, Shehbaz Sharif, e il presidente Lukashenko della Bielorussia, per il loro sostegno alla leadership russa durante la minaccia di “ l’ordine costituzionale e la vita e la sicurezza dei cittadini” – pensato per essere un riferimento alla rivolta di Wagner.

Putin ha detto che la Russia continuerà a opporsi alle sanzioni occidentali, imposte lo scorso aprile dopo la sua decisione di invadere l’Ucraina. Ha detto di aver sostenuto ulteriori scambi di valute locali con altri paesi SCO come la Cina , che ha contribuito a fornire un cuscinetto per la Russia contro le sanzioni occidentali.

“La Russia contrasta tutte queste sanzioni, pressioni e provocazioni esterne e continua a svilupparsi come mai prima”, ha detto Putin al vertice.

Tutti gli altri leader presenti al raduno hanno evitato di menzionare direttamente la guerra in Ucraina, affrontando invece gli effetti a catena globali e l’importanza della cooperazione regionale oltre l’asse occidentale. L’India , che quest’anno è presidente della SCO e ha ospitato il vertice virtuale, ha mantenuto una posizione apertamente neutrale sull’invasione dell’Ucraina, dati i suoi profondi legami storici e di difesa con la Russia, nonché le sue relazioni con l’Europa e gli Stati Uniti. Modi e Putin si sono parlati al telefono solo la scorsa settimana.

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie