Saldi estivi: ripresa ma con grande difficoltà

AgenPress. Dal giorno 6 di Luglio inizieranno i Saldi Estivi. Le previsioni sono assai complesse a causa di molti fattori, anche contrastanti, che ne condizioneranno l’andamento. Infatti alla precisa volontà di un rientro alla normalità dopo una lunga pandemia, si contrappone una situazione poco brillante in tema di potere di acquisto delle famiglie, in una situazione di bassa crescita economica, stipendi e pensioni al palo nonché povertà in aumento. Inoltre, non sono mancate occasioni di svendite e opportunità di sconti durante tutta la stagione, senza dimenticare il sistema di vendite on line in forte crescita. Quindi si ritiene che solo un 35% delle famiglie, pari a 9,1 MLN di famiglie, effettuerà spese per 162 Euro a nucleo familiare, per un giro di affari che si assesterà complessivamente a 1 Miliardo e 474 Milioni di Euro.

In attesa che finalmente si arrivi ad una totale liberalizzazione dei saldi, per evitare sia concorrenza sleale nel settore tra gli stessi esercenti e sia discriminazioni informative sulla intera clientela, riteniamo rilevanti questi primi consigli:

fatevi un budget di spesa, puntate a quello che effettivamente vi serve senza cedere al superfluo e cominciate a verificarne i prezzi ancora non in saldo dei beni che volete acquistare.

Meglio ancora fotografateli col vostro cellulare, questo eviterà di cadere dentro la furbata che i prezzi, nel periodo successivo e all’interno delle vendite a saldo, siano aumentati artatamente per realizzare uno sconto del tutto fittizio.

Non fermatevi mai ad un primo negozio, fate qualche passo in più che vi permetterà di fare un migliore confronto tra qualità e prezzi in vari esercizi commerciali.

Diffidate dei negozi le cui vetrine siano completamente oscurate dai manifesti pubblicitari. Non fermatevi e passate oltre.

Diffidate di sconti eccessivi tipo 60-70 %. Un buon saldo si attesta generalmente attorno al 30- 40%

Conservate lo scontrino, come prova di acquisto per mantenere il vostro sacrosanto diritto alla conformità di quello che si è acquistato.

Rosario Trefiletti (Presidente di Centro Consumatori Italia).

 

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie