La Russia terrà elezioni locali nelle 4 regioni annesse di Donetsk, Luhansk, Kherson e Zaporizhzhia

AgenPress – La Russia è pronta a tenere le elezioni locali nelle quattro regioni ucraine controllate da Mosca. Lo ha detto lunedì il capo della Commissione elettorale centrale (CEC).

Le quattro regioni sono quelle di Donetsk, Luhansk e gran parte di Kherson e Zaporizhzhia, una fascia di terra ucraina che contiene industria pesante, ricchi terreni agricoli e un importante condotto di acqua dolce per la Crimea.

Donetsk e Luhansk ospitano due repubbliche separatiste sostenute da Mosca dal 2014, mentre Kherson e parti di Zaporizhzhia sono controllate dalle forze russe poco dopo l’inizio dell’invasione alla fine di febbraio.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato che se il Cremlino spingerà avanti con l’annessione, qualsiasi negoziato con Putin sarà impossibile.

Gli elettori eleggeranno i governatori locali e altri funzionari a settembre, ha detto Ella Pamfilova al presidente russo Vladimir Putin durante un incontro.

La data per quelle elezioni è fissata per il 10 settembre, ha detto la CEC su Telegram.

I governatori nominati dalla Russia delle quattro regioni annesse , che l’Occidente considera illegali, avevano presentato un’iniziativa per indire elezioni locali, secondo Pamfilova, che ha aggiunto che l’iniziativa è stata approvata dopo un esame insieme al Servizio di sicurezza federale (Fsb) e il ministero della difesa russo.

“I leader di tutti e quattro i nuovi soggetti – le Repubbliche popolari di Donetsk e Luhansk e le regioni di Zaporizhzhia e Kherson – sono venuti da noi con un’iniziativa [suggerendo] che è emersa la necessità di tenere queste elezioni”, ha affermato.

A settembre si terranno altre 41 elezioni regionali per eleggere governatori, membri delle assemblee legislative o entrambi in tutta la Russia, ha affermato Pamfilova.

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie