Ucraina. Zelensky: uccisi 21mila mercenari Wagner, 80mila feriti. Putin sta perdendo la guerra

 AgenPress –  Volodymyr Zelensky ha affermato che la compagnia militare privata ha subito “enormi perdite”, in particolare nell’Ucraina orientale, dove stava combattendo il suo “gruppo più potente”.

“Le nostre truppe hanno ucciso 21.000 wagneriani nella sola Ucraina orientale e  altri 80.000 sono stati feriti”

Le affermazioni arrivano solo una settimana dopo che il capo della compagnia militare privata Yevgeny Prigozhin ha guidato i suoi uomini in una ribellione fallita contro Mosca.

Le truppe di Wagner avevano marciato verso la capitale russa, prendendo il controllo delle strutture militari in due città russe in quella che secondo Prigozhin era una risposta a un attacco militare russo a un campo di Wagner, prima che un accordo mediato dal presidente bielorusso Alexander Lukashenko disinnescasse la crisi.

Il futuro del gruppo Wagner è ora poco chiaro, con l’accordo mediato da Lukashenko che richiede a Prigozhin di trasferirsi in Bielorussia e ai suoi combattenti viene data la possibilità di arruolarsi nell’esercito russo o nelle forze dell’ordine, tornare dalle loro famiglie e amici, o anche andare alla Bielorussia.

Nel suo discorso di sabato, Zelensky ha affermato che la ribellione di Prigozhin ha “influenzato notevolmente il potere russo sul campo di battaglia” e potrebbe essere vantaggiosa per la controffensiva dell’Ucraina.

“Dobbiamo approfittare di questa situazione per spingere il nemico fuori dalla nostra terra. Stanno perdendo la guerra. Non hanno più vittorie sul campo di battaglia in Ucraina, e quindi stanno iniziando a cercare qualcuno da incolpare”.

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie