Mosca e Minsk concordano sul dispiegamento di armi nucleari tattiche in Bielorussia

AgenPress –  In un incontro bilaterale nella capitale bielorussa, i ministri della Difesa di Russia e Bielorussia , Sergei Shoigu e Viktor Khrenin, hanno firmato documenti che definiscono la procedura per lo stoccaggio di armi nucleari non strategiche russe in una struttura specializzata in Bielorussia, vicino settentrionale dell’Ucraina.

Shoigu ha affermato che la parte bielorussa ha ricevuto il sistema missilistico tattico operativo Iskander-M, in grado di utilizzare missili non solo in equipaggiamento convenzionale ma anche nucleare.

“Parte dell’aereo bielorusso è stata convertita per il possibile uso di armi nucleari. I militari hanno ricevuto una formazione adeguata”, ha aggiunto Shoigu.

“La Repubblica di Bielorussia è interessata all’ulteriore sviluppo delle relazioni alleate strategiche con la Federazione Russa nella sfera militare”, ha detto Khrenin a Shoigu, come citato dal servizio stampa bielorusso.

La Bielorussia è stata uno degli alleati più fedeli della Russia da quando Mosca ha lanciato l’invasione dell’Ucraina lo scorso anno.

Mentre il presidente Alexander Lukashenko ha affermato che “non c’è modo” che il suo paese invii truppe in Ucraina a meno che non venga attaccato , la Bielorussia è stata disposta a fornire altri mezzi di supporto .

Lukashenko ha sollevato la possibilità che la Russia collochi armi nucleari strategiche in Bielorussia durante un discorso nazionale a marzo, accusando infondatamente i paesi occidentali di “prepararsi a invadere” la Bielorussia e “distruggerla”.

Il leader dell’opposizione bielorussa Sviatlana Tsikhanouskaya ha detto alla CNN al momento dei colloqui iniziali che la decisione della Russia di stazionare armi nucleari tattiche nel suo vicino “mira a soggiogare la Bielorussia”.

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie