Soldati russi, puniti dai loro comandanti, infilandoli dentro buche scavate nella terra

AgenPress. Negli ultimi mesi, i comandanti russi puniscono i soldati che voglio lasciare il campo rescindendo il contratto o che si ubriacano, chiudendoli dentro buche scavate nel terreno coperte da una griglia metallica, le cosiddette ‘zindan’.

Lo scrive su Twitter l’intelligence del ministero della Difesa britannico.

Queste violente punizioni sono state intraprese da quando il capo di stato maggiore Valery Gerasimov ha assunto il comando dell’operazione nella guerra tra Russia e Ucraina.

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie