Milano. Il piccolo Enea ha già trovato una famiglia. Era stato lasciato dalla madre nella Culla per la vita

AgenPress – “Il tribunale affiderà il piccolo a una famiglia che si era già resa disponibile ed era stata valutata idonea per accogliere un bambino abbandonato”. Insieme a Enea, neonato di circa 2,6 chili in buona salute, è stata trovata nella culla anche una lettera firmata dalla madre, piena di parole di grande affetto.

Lo scrive il Policlinico. Il piccolo Enea, lasciato il giorno di Pasqua dalla madre alla Culla per la Vita con accanto la lettera della madre.  “Ciao, mi chiamo Enea. Sono nato in ospedale perché la mia mamma voleva essere sicura che era tutto ok e stare insieme il più possibile”. Un messaggio scritto in prima persona, come se a parlare fosse il bambino, ma scritta dalla madre biologica. “È super sano e tutti gli esami fatti in ospedale sono ok”, rassicura la donna. Il motivo dell’abbandono è spiegato dalla madre nell’impossibilità di prendersi cura del piccolo nonostante l’affetto che la lega a lui. Adesso del suo benessere si preoccuperanno i genitori affidatari designati dal giudice.

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie