Bilaterale Meloni-Macron. Sul tavolo flussi migratori. “Se crolla Tunisia catastrofe umanitaria con 900 mila rifugiati”

AgenPress – La prima giornata del Consiglio Europeo si è chiusa con un incontro bilaterale di oltre un’ora e mezza tra la premier Giorgia Meloni e il presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron.

Tra i temi al centro del colloquio, a quanto si apprende, ci sono stati la gestione dei flussi migratori, il sostegno all’Ucraina, la politica industriale europea, l’energia e la riforma del Patto di stabilità e crescita.

Giorgia Meloni, nel corso del vertice, ha anche lanciato l’allarme sulla Tunisia: “Se crolla, si rischia una catastrofe umanitaria con 900 mila rifugiati”.

Ha poi evidenziato, ricordando la tragedia di Cutro, come occorrano azioni rapide e concrete per evitare una situazione in cui le organizzazioni criminali controllano i traffici umani sulle rotte del Mediterraneo. Il presidente del Consiglio europeo Charles Michel ha rimarcato l’apprezzamento per l’accelerazione impressa al dossier migranti e ha dato appuntamento al Consiglio Ue di giugno: i leader dovranno fare i conti anche con le garanzie umanitarie che potrà offrire la Libia a chi sarà impedito di partire.

 

 

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie