Vincenzo Pepe (FareAmbiente): “Avanti con il nucleare per l’indipendenza energetica dell’Italia”

AgenPress. “La notizia dell’apertura di Enel alla ricerca sul nucleare, come tecnica di produzione verde e pulita per l’energia, è sicuramente una buona notizia, così come l’annuncio  riportato oggi da alcune agenzie di stampa che la Ansaldo Energia realizzerà centrali nucleari in Europa”.

Lo scrive in una nota il prof. Vincenzo Pepe, presidente di FareAmbiente.

“Un’esigenza evidente – spiega Pepe – soprattutto a seguito degli sconvolgimenti relativi all’ultimo anno, che dimostrano l’importanza di scelte strategiche di lungo periodo capaci di contribuire all’indipendenza energetica   di ogni Stato membro dell’Unione europea. L’energia nucleare è una delle fonti di generazione con le minori emissioni di CO₂, che consente anche un’ottimale programmabilità della produzione.

In particolare – prosegue il prof. Pepe, esperto di politiche energetiche e leader dell’ambientalismo ragionevole in Italia – gli small modular reactor, reattori nucleari a fissione di piccole dimensioni, possiedono caratteristiche di sicurezza molto elevate, richiedono investimenti contenuti e possono essere utilizzati per produrre energia elettrica e termica, rispondendo in modo versatile alle esigenze del sistema elettrico e dei territori”.

“Auspichiamo che il governo Meloni porti avanti la battaglia per la ricerca sul nucleare, ampliando gli orizzonti del nostro Paese, affinché non sia più succube delle strategie energetiche  di altre nazioni” conclude.

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie