Pagamenti digitali. Dichiarazioni Dell’Olio (M5S), Tremaglia (FdI) e Catone (Mangopay)

AgenPress. Dichiarazioni raccolte nel corso del programma “Largo Chigi, Vista sulla Politica”, il format televisivo promosso dalla testata giornalistica, The Watcher Post.

Oggi, tra gli ospiti, l’On. Gianmauro Dell’Olio, Vicepresidente della Commissione Bilancio alla Camera per il M5S, l’On. Andrea Tremaglia, membro della Commissione Bilancio della Camera per FdI e Alfonso Catone, country manager Italia di Mangopay.

Catone (Mangopay): “Marketplace più competitivi dell’e-commerce”
ROMA – “L’ e-commerce è un settore chiave per il tessuto economico, parliamo di un mercato che vale 70 mld di euro, solo considerando il B2C. I marketplace coprono il 50% delle vendite. È un segmento di forte spinta per l’imprenditorialità. Stiamo osservando trend interessanti, come la propensione all’utilizzo di marketplace nell’ambito dell’economia circolare, ma anche da parte dell’ambiente B2B, uno spazio commerciale che in Italia vale ben 450 mld di euro. Ma constatiamo quanto sarebbe utile ed efficace intervenire sull’educazione digitale degli imprenditori, affinché capiscano l’utilità delle transazioni online per il loro business”.

“Il marketplace è in crescita rispetto all’e-commerce, perché in uno scenario economico legato all’inflazione permette ai consumatori di risparmiare. Il problema principale dell’e-commerce, infatti, è che le aziende faticano a guadagnare sulle vendite online. Su alcuni prodotti hanno un margine dell’1%, non è sostenibile. I marketplace, invece, lavorando con terze parti che vanno a vendere sul proprio sito, riescono ad abbassare i costi di logistica e magazzino e ad aumentare le vendite, riuscendo ad attrarre molti utenti sulla propria piattaforma”.

Tremaglia (FdI): “Vendita online, opportunità di crescita per le piccole imprese”
ROMA – “La pandemia ci ha spinto nelle braccia del digitale. Ma non possiamo nascondere che esistano due velocità nel nostro Paese. Una alla quale vanno le  grandi città, più propense, culturalmente e strutturalmente, all’uso del digitale, e quella a cui vanno le province, dove si ha un rapporto diverso con il digitale un po’ per abitudine un po’ per carenza di quelle infrastrutture su cui il Governo sta lavorando”.

“Proprio per questo dobbiamo fare in modo che l’incentivo a contactless e cashless non aumenti quel ‘digital divide’ che purtroppo già oggi esiste e che dobbiamo assolutamente diminuire. L’e-commerce, però, ci permette di lavorare su una diversa cultura imprenditoriale facendo capire, anche al piccolo negozio di quartiere, che appoggiarsi alla vendita virtuale non è alternativo alla vendita di persona ma, anzi, può rappresentare una valida alternativa per crescere”, ha concluso Tremaglia.

Dell’Olio (M5S): “Incentivare pagamenti digitali serve a combattere l’evasione”
ROMA – “Il 48% di coloro che hanno partecipato al cashback ha aumentato del 61% le spese digitali. Questo vuol dire che la misura ha avuto il merito di sensibilizzare i nostri cittadini verso l’utilizzo dei pagamenti digitali. La digitalizzazione del Paese è un percorso lungo ma dobbiamo incentivarlo con interventi seri come quelli che favoriscono le transazioni con carta di credito, perché è un sistema che permette di ridurre l’evasione, al contrario di quanto fatto nell’ultima legge di bilancio con l’innalzamento del tetto dei contanti”.

“Abbiamo 100mld di evasione l’anno, 3 volte l’ultima legge di bilancio, non possiamo non investire nella lotta all’evasione. Favorire sistemi che facilitino i pagamenti digitali va esattamente in quella direzione”, ha concluso.

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie