Silicon Valley. Il denaro nella banca statunitense fallita è al sicuro. I clienti possono accedere ai loro depositi

AgenPress – Il governo degli Stati Uniti ha compiuto passi straordinari domenica per fermare una potenziale crisi bancaria dopo lo storico fallimento della Silicon Valley Bank, assicurando a tutti i depositanti presso l’istituto fallito che avrebbero potuto accedere rapidamente a tutti i loro soldi, anche se un’altra grande banca era fermare.

L’annuncio è arrivato tra i timori che i fattori che hanno causato il fallimento della banca con sede a Santa Clara, in California, potessero diffondersi. I regolatori hanno lavorato tutto il fine settimana per cercare di trovare un acquirente per la banca, che è stato il secondo più grande fallimento bancario della storia. Quegli sforzi sembravano essere falliti domenica.

A dimostrazione della velocità con cui si stava verificando l’emorragia finanziaria, le autorità di regolamentazione hanno annunciato che anche la Signature Bank con sede a New York era fallita e sarebbe stata sequestrata domenica. Con un patrimonio di oltre 110 miliardi di dollari, Signature Bank è il terzo più grande fallimento bancario nella storia degli Stati Uniti.

La crisi quasi finanziaria che le autorità di regolamentazione statunitensi sono dovute intervenire per prevenire ha lasciato i mercati asiatici nervosi quando le negoziazioni sono iniziate lunedì. Il benchmark giapponese Nikkei 225 è sceso dell’1,6% nelle negoziazioni mattutine, l’australiano S&P/ASX 200 ha perso lo 0,3% e il sudcoreano Kospi ha perso lo 0,4%. Ma l’Hang Seng di Hong Kong è salito dell’1,4% e lo Shanghai Composite è salito dello 0,3%.

Nel tentativo di rafforzare la fiducia nel sistema bancario, il Dipartimento del Tesoro, la Federal Reserve e la FDIC hanno dichiarato domenica che tutti i clienti della Silicon Valley Bank sarebbero stati protetti e in grado di accedere ai propri soldi. Hanno anche annunciato misure intese a proteggere i clienti della banca e prevenire ulteriori corse agli sportelli.

“Questo passo garantirà che il sistema bancario statunitense continui a svolgere i suoi ruoli vitali di protezione dei depositi e di accesso al credito a famiglie e imprese in un modo che promuova una crescita economica forte e sostenibile”, hanno affermato le agenzie in una dichiarazione congiunta.

Secondo il piano, i depositanti della Silicon Valley Bank e della Signature Bank, compresi quelli le cui partecipazioni superano il limite assicurativo di $ 250.000, potranno accedere ai loro soldi lunedì.

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie