Pecoraro Scanio: “Dieta mediterranea è antidoto contro cibi artificiali e fake food”

Il Cilento sia Città creativa Unesco per gastronomia


AgenPress. Oggi a Roma nello spazio Europa del Parlamento europeo, i sindaci del Cilento hanno firmato e lanciato la candidatura per Città creativa Unesco per la gastronomia.

È intervenuto anche Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della Fondazione Univerde, della comunità emblematica dell’Arte del Pizzaiuolo napoletano Patrimonio Unesco e tra i promotori del Parco nazionale del Cilento e delle sue aree marine protette, che ha dichiarato: “La dieta mediterranea è amica della salute e dell’ambiente ed è l’antidoto al cibo anonimo e artificiale, al tentativo di imporre una dieta planetaria in mano a poche multinazionali che sradica tradizioni e distrugge le agricolture familiari. Il Cilento deve essere Città creativa Unesco e diventare uno dei motori della difesa dell’agricoltura identitaria e ambiente contro il fakefood”.

Pecoraro Scanio ha annunciato il supporto della Fondazione UniVerde e si è complimentato con i sindaci e gli assessori presenti di Pollica, Castellabate, Montecorice, San Giovanni a Piro, San Mauro Cilento e Bellosguardo per la determinazione e con Sara Roversi e Claudia Recchia del Future Food Institute, la direttrice dell’area archeologica di Paestum Tiziana D’Angelo, Cristina Bowermann e gli altri.

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie