Roma. Caudo (RF): distruzione targa Valerio Verbano segno di debolezza

AgenPress. La distruzione della targa di Valerio Verbano è un segno di debolezza della destra romana e della sua cultura. Fin dai tempi dei giovani partigiani di Val Melaina, i fascisti hanno sempre trovato nel Terzo Municipio un argine.

Nel corso del mio mandato da Presidente sono ricorsi i quarant’anni dal suo barbaro omicidio. Abbiamo onorato la memoria di Valerio con un corteo affollatissimo e pacifico e con un murales al Tufello disegnato dallo street artist Jorit.

Ricordiamo che Valerio Verbano è stato ucciso nel 1980 da un commando che lo ha aspettato dentro sua casa e lo ha colpito al suo rientro davanti alla madre.

Leggere che ancora oggi, nuovamente, qualcuno ha distrutto la targa che lo ricorda in uno dei viali del Parco delle Valli, ci dice quanto sia giusto continuare a parlare e a far vivere Valerio Verbano nei ricordi e nelle coscienze di tutte e tutti.

Così in una nota Giovanni Caudo, presidente del gruppo capitolino di Roma Futura.

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie