Russia. Sparatoria in una scuola a Izhevsk. Almeno 13 persone uccise, 21 i feriti. Attentatore suicida

AgenPress – Un uomo armato ha aperto il fuoco in una scuola nella Russia centrale, uccidendo almeno 13 persone e ferendone 21, affermano funzionari russi.

Le vittime includono sette bambini della scuola di circa 1.000 alunni nella città di Izhevsk.

L’uomo armato si è suicidato sul posto. Era un ex allievo della scuola. I media russi hanno pubblicato video che sembrano mostrare il panico all’interno dell’edificio in cui è avvenuta la sparatoria.

Alcuni filmati mostrano sangue sul pavimento di un’aula e un foro di proiettile in una finestra, con bambini accovacciati sotto i banchi.

 Il personale e gli alunni sono stati evacuati dagli edifici scolastici. Un parlamentare locale ha detto che l’aggressore – di nome Artem Kazantsev – era armato con due pistole.

Un video pubblicato online dalla commissione investigativa mostra l’uomo armato disteso morto sul pavimento con indosso una maglietta con il simbolo nazista e un passamontagna. Gli investigatori stanno perquisendo il suo luogo di residenza.

La scuola si trova nel centro di Izhevsk, una città di circa 650.000 abitanti, vicino agli edifici del governo centrale.

 

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie