Russia. Facebook contro la censura di Putin. Milioni di russi privati di informazioni affidabili

AgenPress – Facebook afferma che la mossa della Russia di bloccare la rete dei social media interromperà milioni di persone da informazioni affidabili e da un forum per condividere le loro opinioni.

“Presto milioni di cittadini russi si troveranno tagliati fuori dalle informazioni attendibili, privati della loro modalità quotidiana di connettersi con famiglie e amici e silenziati. Continueremo a fare il possibile per rendere i nostri servizi nuovamente disponibili alle persone e per metterli in grado di esprimersi in maniera sicura e mobilitarsi”,  scrive su Twitter Nick Clegg, presidente per i global affairs di Meta – sotto il cui cappello sono Facebook, Instagram, WhatsApp e Messenger – in risposta all’annuncio della Russia di bloccare Facebook. “Milioni di russi presto privati di informazioni affidabili”.

Come abbiamo riportato poco fa, la Russia afferma di aver bloccato Facebook per quella che chiamava “discriminazione” dei media statali russi.

Molti dei punti vendita sostenuti dal Cremlino hanno dovuto affrontare restrizioni su varie piattaforme online per l’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca.

“Presto milioni di russi comuni si ritroveranno tagliati fuori da informazioni affidabili… e messi a tacere dal parlare”, afferma Nick Clegg, vicepresidente degli affari globali presso Meta, madre di Facebook.

“Continueremo a fare tutto il possibile per ripristinare i nostri servizi in modo che rimangano a disposizione delle persone per esprimersi in modo sicuro e sicuro e organizzarsi per l’azione”.

Le autorità russe hanno intensificato la pressione contro i media indipendenti. In precedenza Facebook ha anche affrontato critiche per aver consentito la diffusione della disinformazione sulla sua piattaforma, ma ha affermato che prende provvedimenti per sorvegliare tali post.

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie