M5s. Spadafora, nessuno vuole la scissione. Fossi in Conte mi terrei caro uno come Luigi

AgenPress –  “Nessuno auspica una scissione che rischierebbe di distruggere il Movimento. Di Maio sta lavorando benissimo come ministro e sicuramente è l’ultimo che vuole destabilizzare il governo” e Conte “deve essere aiutato. Intorno, non tutti sono all’altezza. Fossi in lui, mi terrei caro uno come Luigi“.

Così l’ex ministro M5s Vincenzo Spadafora, intervistato da Repubblica. “Non c’è dubbio che la situazione all’interno del Movimento sia piuttosto critica. Grillo per la sua storia e il suo ruolo richiama tutti a un forte senso di responsabilità”, afferma, ma “già l’uso strumentale che è stato fatto delle sue parole mette in dubbio che alcuni ne abbiano compreso il senso”. “Il dialogo non si auspica, si pratica: oggi – aggiunge – serve un confronto vero senza sterili e inutili minacce, e serve farlo prestissimo”.

Quanto al rapporto con il Pd, rileva: “Per me il legame con il Pd deve essere messo al riparo dalle questioni interne, dalle discussioni di questi giorni. Quello che conta è l’identità e la prospettiva politica, e al momento quelle del Movimento non sono chiare nemmeno a noi. L’effetto Conte non si è visto né nei sondaggi, né sui temi. Dopo molti mesi siamo ancora alle premesse”.

 

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie