Tajani (Fi), anche D’Alema dice una cosa giusta. Un presidente del Consiglio non può auto candidarsi a capo dello Stato

AgenPress – “Perfino a D’Alema può capitare di dire una cosa giusta. Ha detto infatti parlando del Quirinale che ‘l’idea che il presidente del consiglio si auto elegga capo dello Stato e nomini un alto funzionario del Tesoro al suo posto mi sembra una prospettiva non adeguata per un grande paese democratico…’. Fermo restando il rispetto per le persone, e in tanti pensiamo che Draghi sia la migliore presenza possibile a Palazzo Chigi, non si capisce infatti perché il ‘commissariamento’ della politica debba arrivare alle estreme conseguenze”.

Lo dichiara il senatore Maurizio Gasparri componente del Comitato di Presidenza di Forza Italia.

“Il centrodestra ha forza democratica, parlamentare e ‘storica’ per avanzare la propria proposta. E l’intera coalizione ha un dovere morale di sostenere chi ad essa ha dato vita. Sapendo che sarebbe una presidenza ispirata a principi istituzionali, con una spirito di imparzialità che deriverebbe da un lungo percorso e dalla consapevolezza di non avere alcun obiettivo di ‘parte’ o di partito da perseguire.

La democrazia rappresentativa deve difendere i suoi spazi democratici. Il governo operi in continuità in una situazione di evidente emergenza sanitaria e di conseguenza economica. Ma il Parlamento faccia per la massima istituzione una scelta fortemente radicata nella vita democratica del paese”.

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie