Terza dose vaccino: via libera dall’Aifa

AgenPress. La commissione tecnico scientifica (Cts) dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) dà il via libera alla terza dose per la vaccinazione anti-Covid. La priorità sarà data, in una prima fase, a soggetti immunodepressi, trapiantati, grandi anziani,
ospiti delle Rsa e sanitari a maggiore rischio.
Per i richiami verranno utilizzati i vaccini a mRna, ovvero i vaccini Pfizer e Moderna.
Siamo pronti per il richiamo con la terza dose di vaccino alle persone più fragili e “abbiamo dosi in abbondanza”, assicura il commissario straordinario Paolo Figliuolo: “stiamo mettendo appunto gli ultimi dettagli sui sistemi informatici e poi daremo le indicazioni alle Regioni e alle Province autonome”.
L’Agenzia europea dei medicinali (Ema) sostiene la necessità “di prendere in considerazione dosi aggiuntive di vaccino per le persone che potrebbero rispondere in modo inadeguato alla vaccinazione del Covid-19, come quelli con sistema immunitario gravemente indebolito o alcuni pazienti anziani”.
Dall’inizio della campagna vaccinale Covid-19 fino a inizio settembre 2021 sono state somministrate oltre 528 milioni di dosi di vaccini nell’UE e nello Spazio economico europeo (SEE). La grande maggioranza degli effetti collaterali noti sono “lievi e di breve durata. Seri problemi di sicurezza sono stati estremamente rari”, rileva l’Ema.
Il presidente della regione Friuli Venezia Giulia e della Conferenza delle Regioni,
Massimiliano Fedriga, rileva che “se è stato dato l’ok alla terza dose di vaccino perché è utile, soprattutto nei soggetti più fragili, penso che dobbiamo correre e iniziare subito, perché noi non dobbiamo perdere tempo”.
“Stiamo vedendo soprattutto in immunodepressi che i vaccini hanno una formazione di anticorpi che decade molto velocemente – aggiunge Fedriga -. La terza dose aiuta ad alimentare il sistema immunitario e a difendere le persone più fragili dal Covid. Partiamo, noi siamo pronti come Regione”.

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie