Egitto. Patrick si è difeso in udienza. La mia detenzione è politicizzata, nessuna ragione per rimanere in carcere

AgenPress –  L’udienza si è tenuta il 21 agosto. Come in ogni sessione, le/i rappresentanti delle ambasciate di alcuni paesi stranieri sono venute/i ad assistere, tuttavia, è stato loro negato l’ingresso nell’aula un’altra volta senza un motivo dichiarato. Patrick ha partecipato alla sessione e gli è stato permesso di parlare con il giudice e di difendersi; ha fatto appello alle ragioni della sua detenzione, affermando che la sua prigionia non ha nessuna base e non c’è nessuna ragione per cui debba stare dietro le sbarre. Secondo Patrick, la sua detenzione è politicizzata, poiché in realtà non ha nulla a che fare con lui.
Ancora una volta, non vediamo una logica dietro la decisione del tribunale e non capiamo neanche perché sia negato l’ingresso e la partecipazione all’udienza ai rappresentanti delle ambasciate. Come sempre, continuiamo a sperare di riavere presto Patrick con noi. #PatrickLibero

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie