Ruvo di Puglia. La moglie rifiuta rapporto sessuale, marocchino l’accoltella al volto e le taglia i capelli. Arrestato

AgenPress – Accoltella al volto la propria moglie 24enne perché si rifiuta di avere un rapporto sessuale con lui, in un appartamento nel centro di Canosa di Puglia

Con lo stesso coltello da cucina, le taglia i capelli e fugge da Canosa (BAT) a Ruvo di Puglia (Bari), poi è fuggito, a circa 50 chilometri di distanza, arrivando a Ruvo dove la Polizia lo ha trovato e fermato per tentato omicidio e deformazione dell’aspetto mediante lesioni permanenti.

A chiamare le forze dell’ordine sono stati i vicini spaventati dalle urla della donna. Quando gli agenti sono arrivati, hanno constatato la gravità della situazione e la donna è stata trasportata d’urgenza all’ospedale ‘Bonomo’ di Andria dove è stata sottoposta a un intervento chirurgico durato alcune ore, per multiple ferite complesse al volto, al padiglione auricolare e sul dorso di entrambe le mani.

Il gip del Tribunale di Trani ha convalidato il fermo e ha disposto il suo arresto in carcere. L’uomo, un 42enne marocchino, non ha negato quanto fatto alla moglie, sua connazionale arrivata da poco in Italia. Nell’auto con cui era fuggito è stata trovata soda caustica.

Ha riportato ferite profonde soprattutto al volto e alla testa. La donna è stata operata nell’ospedale Bonomo di Andria dai chirurghi plastici Savino Arbore e Antonella Zagaria, in anestesia generale. Era impossibile agire localmente data l’ampiezza delle ferite, alcune delle quali lunghe 20 centimetri. A quanto si apprende, con le coltellate l’uomo le ha quasi staccato l’orecchio sinistro che è stato ricostruito con un lungo intervento.

 

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie