Rotondi: nasce “Laudato Sì”. Un nuovo intergruppo parlamentare

AgenPress. È nato in Parlamento un intergruppo denominato con il titolo di un’enciclica papale: Laudato si’. Essendone stato il promotore, mi tocca spiegarne qui il significato.

Laudato si’ è l’enciclica dedicata da Papa Francesco alla missione dell’uomo del nostro tempo: salvare la Terra, difendere il creato, per dirla con le parole del Pontefice. Questa enciclica ha un valore anche politico. È l’intervento più politico di Francesco, e si completa nella ‘Fratelli Tutti’ presentata in piena pandemia.

Dunque le parole del Papa sono un poderoso richiamo all’impegno politico dei cattolici.

Se ci fosse stata ancora la Dc, questa enciclica ne avrebbe ispirato un radicale cambiamento di programma e di linguaggio, avrebbe determinato una Camaldoli 2. Ma la Dc non c’è più e il laicato cattolico balbetta.

Questo intergruppo è un segno di vita, flebile. Ha raccolto molte adesioni tra i parlamentari, principalmente cattolici, ma non solo. Ha ricevuto attenzione da due dirigenti politici di qualità, Lorenzo Cesa e Angelo Bonelli, il primo segretario del partito erede della Dc, l’Udc, il secondo del partito dei Verdi europei in Italia. Ha suscitato entusiasmo tra le associazioni e fondazioni ambientaliste e tra quelle Cristiano-popolari.

La Dc in Europa è ancora una forza trainante, e orienta la gran parte del Ppe. I verdi governano importanti lander tedeschi, e da pochi mesi le principali città francesi. In Germania la Cdu e il partito dei Verdi dialogano in modo serrato, e la Merkel prepara la sua successione sul ritmo di questo dialogo.

In Italia apparentemente lo scudo crociato e il simbolo verde sono brand decaduti e in disuso. Ma soffia in Europa un vento nuovo, e difficilmente le Alpi lo fermeranno.

Si allontana la nostalgia della Dc, irripetibile modello di partito-Stato causato dalla necessità di fermare il rischio comunista; si fanno i conti con il fallimento della trasversalità come nuova frontiera dei cattolici nella seconda repubblica; e si individua una strada nuova nella sintesi -in tempo imprevedibile- di popolarismo e ambientalismo.

Da questo intergruppo parlamentare può nascere solo qualche nuova amicizia, ed è già bello. Ma può anche venir fuori una spinta per una proposta radicalmente nuova, in grado di modificare l’offerta politica del nostro Paese. Qualcuno scherzando ha parlato di una ‘balena verde’: perché no?

E’ quanto dichiara l’on. Gianfranco Rotondi Presidente della fondazione Dc e vicepresidente del gruppo Forza Italia alla Camera.

 

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie