Sen. Fiammetta Modena (FI): “Conte gioca sporco, al macero il lavoro di commissione, nessuna risposta alla crisi della giustizia”

AgenPress. Il  Consiglio dei Ministri ha varato la bozza del Next generation you, ma ci siamo sentiti presi in giro da questa maggioranza superficiale e vergognosamente appiccicata strutturalmente alle poltrone e agli incarichi di governo – lo afferma Fiammetta Modena, senatrice di Forza Italia e membro della commissione giustizia – .

Il Next generation you significa questo e altro ancora: 560 miliardi ripartiti tra sovvenzioni e prestiti e legati alla realizzazione di riforme;55 miliardi veicolati attraverso la politica di coesione verso i territori più colpiti dalla crisi; un fondo da 40 miliardi a sostegno dei territori più in difficoltà nell’affrontare la transizione ecologica; un fondo agricolo per lo sviluppo rurale: dotazione supplementare di 15 miliardi per azioni in linea con il Green Deal; 31 miliardi che potrebbero mobilitarne oltre 300 per sostenere, già a partire da quest’anno, le aziende sane prima della crisi; nuovo programma europeo per la sanità dotato di 9,4 miliardi; rafforzamento della protezione civile europea;11 miliardi di dotazione aggiuntiva per sostenere la ricerca in Europa; dotazione aggiuntiva di 16,5 miliardi per interventi nei Paesi vicini, soprattutto nei Balcani.

La domanda del giorno dopo è che fine hanno fatto allora gli indirizzi dati dalla Commissione Giustizia (sia alla Camera che al Senato) nella bozza del Next generation you.

Intanto la  maggioranza guidata dal premier Conte litiga sulle strutture e sovrastrutture e si interroga sul ruolo dei singoli Ministeri – aggiunge Fiammetta Modena –  scusateci, ma tutto il lavoro delle commissioni

parlamentari dove è finito? Il nostro lavoro che fine ha mai fatto? Nel cestino dell’immondizia? Sono state date chiare indicazioni per l’efficienza del processo, l’edilizia penitenziaria, la digitalizzazione dei nostri tribunali.

Dove sono finite le nostre proposte e le nostre ipotesi di lavoro?  Il Governo Conte va avanti da solo, anzi il premier va avanti da solo, spinto da una forza velleitaria che prima o poi pagherà cara, perché il Paese ha imparato a giudicarlo e non lo ama più.

Sembra il gioco dell’oca quando si sposta tutto di nuovo alla prima casella – conclude Modena – Presidente Conte, Ministro Bonafede, qualcuno di voi ci darà mai delle risposte serie e credibili? Io ne dubito fortissimamente”

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie