Di Maio, a Natale dobbiamo stare a casa per evitare la terza ondata. “Telemedicina” con recovery

AgenPress –  Durante le feste di Natale “in Italia si muovono quasi 15 milioni di italiani, quindi il livello di contatto tra le persone aumenta a dismisura. Se vogliamo evitare una terza ondata ce ne dobbiamo stare a casa. Anche io non andrò dalla mia famiglia in Campania”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio intervenendo a Porta a Porta. “Se rispettiamo tutti le regole non arriverà la terza ondata”, ha ribadito Di Maio. “Io lo so che gli anziani sono soli, ma è rischiosissimo”.

“Il commissario Arcuri sta seguendo un cronoprogramma solido quindi mi sento di rassicurare da parte del governo che saranno rispettati tutti i tempi” riguardo alle vaccinazioni, ha detto ancora. “Vedere quella signora che si vaccinava oggi in Inghilterra è stata una grande iniezione di fiducia”.

Sul Mes racconta di essersi dimesso  “a  gennaio anche perché questo Movimento doveva fare uno scatto di responsabilità. Quello che il Movimento deve comprendere è che nessuno si può chiudere nella propria zona di confort, va anche bene raccogliere le firme sul Mes ma la settima potenza al mondo non la governi con le raccolte di firme”, ha detto ancora sottolineando che “la priorità ce l’ha l’Italia non la forza politica, se no siamo uguali a tutti gli altri”.

Di Maio ha parlato anche del REcovery fund, affermando che la “prima cosa da fare è la “telemedicina. Noi abbiamo gli ospedali congestionati in alcune regioni e un sistema sanitario che non riesce a fare fronte a questa pandemia perché non abbiamo mai investito negli ultimi dieci anni negli strumenti tecnologici che ci permettevano di curare i casi meno gravi con la sanità di prossimità o a casa”.

“Noi ci non dobbiamo chiederci come spendere i soldi del Recovery Fund ma ci dobbiamo chiedere di cosa ha bisogno l’Italia nel 2030 e in base a quello spendiamo i soldi che abbiamo a disposizione. E invece questo dibattito sulla governance rischia di stancare perché sembra tutta una partita legata a chi guadagna più posizioni rispetto alla gestione di quei soldi”.

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie