Carcere Santa Maria Capua Vetere: rivolta sotto controllo

Agenpress. Sono arrivati in istituto i sostituti procuratori che, nella giornata di ieri, hanno coordinato le operazioni di notifica degli avvisi di garanzia con l’ausilio dei carabinieri. Il SINAPPE, nella persona del Segretario Nazionale Luigi Vargas e del Segretario Regionale Pasquale Gallo, ha già avanzato al Vice Capo del Dipartimento ed al Provveditore Regionale la formale richiesta di dispensare dai servizi interni di sezioni e dalle attività direttamente connesse ai compiti di istituto tutto il personale coinvolto nella vicenda giudiziaria.

Una richiesta a tutela del personale, a garanzia della serenità lavorativa di ogni singolo operatore. Non è oltremodo sostenibile che l’Amministrazione Penitenziaria, dopo quanto acccaduto ieri, possa accampare l’argomentazione dela “esigenza di servizio” e non riflettere sul clima persecutorio e di inquisizione che si è creato all’interno del carcere sammaritano in danno del personale.

I poliziotti penitenziari, oggetto di questo esposto in Procura, dovrebbero continuare a lavorare in sezione. Una follia! Nell’assordante, irritante ed imbarazzante, silenzio del Guardasigilli Bonafede.

Ore 16.30. Rivolta sotto controllo. I rivoltosi sono stati isolati mentre invece continua la protesta simbolica degli agenti della penitenziaria che non entrano nell’istituto e sono fermi davanti al piazzale.

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie